In questa sezione, denominata Cassa trasparente, sono pubblicati i dati e le informazioni che riguardano la Cassa Nazionale del Notariato, secondo i principi dettati dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) con determinazione n. 1134/2017 “Nuove linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società o degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle Pubbliche amministrazioni e dagli Enti Pubblici Economici”. Tali linee guida sono volte all’applicazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione, di cui alla L. n. 190/2012, e trasparenza, di cui al D. Lgs. 33/2013.

Con l’art. 3, comma 2, del D. Lgs. n. 97/2016 è stato modificato l’ambito di applicazione soggettiva della normativa in tema di trasparenza, mediante l’introduzione dell’art. 2-bis all’interno del D. Lgs. n. 33/2013. Tale disposizione, al comma 3, ha esteso l’ambito di applicazione della normativa agli “enti e fondazioni di diritto privato, anche privi di personalità giuridica, con bilancio superiore a € 500.000,00, che esercitano funzioni amministrative, attività di produzione di beni o servizi a favore delle pubbliche amministrazioni o di gestione di pubblici servizi” rispetto ai quali la normativa si applica “in quanto compatibile” e “limitatamente ai dati e documenti inerenti l’attività di pubblico interesse”.

Il nuovo campo soggettivo di operatività della disposizione citata è stato interpretato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione con determinazione n. 1134 del 8/1/2017 contenente l’aggiornamento delle Linee guida in tema di trasparenza, di cui alla propria precedente determinazione n. 8 del 17/6/2015. All’interno delle nuove Linee guida, ANAC richiama nominalmente le Casse di Previdenza delle professioni tra i soggetti riconducibili all’ambito di applicazione di cui al comma 3, secondo periodo del novellato art. 2-bis del D. Lgs. n. 33/2013, dichiarando che, rispetto alla delimitazione dell’ambito dell’“attività di pubblico interesse” che esse esercitano, questo debba individuarsi “nell’attività istituzionale di previdenza ed assistenza”.

All’esito della novella legislativa, le Casse risultano quindi dirette destinatarie delle disposizioni in tema di trasparenza, nei limiti e secondo le forme di cui al combinato disposto dell’art. 2-bis, comma 3 del D. Lgs. n. 33/2013 e delle Linee guida successivamente emanate da ANAC; il termine per l’adeguamento è stabilito dalle stesse Linee guida al 31/7/2018, “salvo riallineamento definitivo al 31/1/2019”.

  • Dati ed Informazioni sui titolari di incarichi di collaborazione e di consulenza 
    • Dati relativi ai provvedimenti amministrativi
      Si rinvia al contenuto delle seguenti due sezioni: “Dati concernenti contratti pubblici di lavori, servizi e forniture” e “Art. 1, comma 32, L. 190/2012"