8 novembre 2011

Modifica art. 15 del regolamento per l’attività di previdenza e solidarietà
Con nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n.36/0002132/MA004.A007/NOT -L- 38 del 17 ottobre 2011 e' stata approvata, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze ed il Ministero della Giustizia, la delibera n. 81 adottata dal Consiglio di Amministrazione della Cassa Nazionale del Notariato in data 8 luglio 2011, concernente modifiche all'art. 15 del Regolamento per l'Attivita' di Previdenza e Solidarieta', in materia di pensione speciale, che risulta pertanto del seguente attuale tenore:

Art. 15 - Pensione speciale
Termini per l'esercizio del diritto
1. Decade dal diritto a pensione speciale il Notaio che non ne abbia fatto richiesta entro sette anni dalla cessazione delle funzioni.

Sulla base dei pronunciati della Corte Costituzionale in materia e in linea con il principio di solidarietà che governa la sua attività, la Cassa Nazionale del Notariato ha ritenuto di ampliare a sette anni, invece di cinque anni, il termine decadenziale per la richiesta della pensione speciale, in ossequio alle attuali conoscenze mediche e alla tempistica di manifestazione di patologie del tutto sconosciute all'epoca dell’originaria formulazione della norma.

Inoltre è stato abrogato il 2° comma del predetto articolo, che faceva riferimento al solo morbo di Parkinson, poiché le attuali conoscenze mediche hanno messo in luce e fatto conoscere l'esistenza di altre malattie la cui insorgenza può manifestarsi dopo un lungo periodo di latenza in assenza di specifiche sintomatologie.