Con nota del 19/2/2013 prot. 36/0002637/MA004.A007 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stata comunicata l’approvazione da parte dei Ministeri Vigilanti della delibera del Consiglio di Amministrazione n. 167 del 14 dicembre 2012 con la quale è stato introdotto il comma 1 bis all’art. 20 del Regolamento per l’attività di Previdenza e Solidarietà.

 

La nuova norma - al fine di regolamentare la misura della pensione indiretta e di riversibilità del coniuge superstite nel caso di matrimonio di breve durata, da cui non siano nati figli, contratto dopo il settantesimo anno di età del notaio, da coniugi con una differenza di età di almeno 20 anni - prevede una misura di pensione ridotta (del 10% in ragione di ogni anno intero di matrimonio mancante rispetto al numero di 10 anni) rispetto alle fattispecie ordinarie contemplate al comma 1 del medesimo articolo.

 

Si riporta il testo della nuova norma di cui al comma 1 bis art. 20 del Regolamento per l’attività di Previdenza e Solidarietà: 

“1 bis - La pensione spettante al coniuge superstite ai sensi del precedente comma è ridotta:

nel caso di coniuge superstite di età inferiore di almeno venti anni rispetto a quella del notaio, il cui matrimonio senza prole sia durato meno di 10 anni e sia stato contratto dopo il compimento del settantesimo anno di età del notaio, del 10% in ragione di ogni anno intero di matrimonio mancante rispetto al numero di 10, sino al minimo del 40%;”

 

Con successiva nota del 20 marzo 2013 prot. 36/0004034/MA004.A007 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stata comunicata l’approvazione da parte dei Ministeri Vigilanti della delibera del Consiglio di Amministrazione n. 135 del 28 settembre 2012 con la quale è stata introdotto un regime transitorio teso a rendere più graduale l’applicazione dei nuovi requisiti (67 anni di età e 30 anni di esercizio effettivo) dettati dal vigente art.10 lett. d del Regolamento per l’attività di Previdenza e Solidarietà (recentemente novellato giusta approvazione ministeriale del 9 novembre 2012).

Si riporta il testo della norma transitoria approvata:

“Norma transitoria

anno 2012: per coloro che abbiano fatto richiesta di pensione nel corrente anno valgono requisiti attuali: 65 anni + 20 di esercizio effettivo;

anno 2013: per coloro che abbiano fatto richiesta di pensione a far data dal 1/1/2013 valgono i seguenti requisiti: età 66 anni+25 di esercizio effettivo;

anno 2014: per coloro che abbiano fatto richiesta di pensione a far data dal 1/1/2014 valgono i seguenti requisiti: età 67 anni + 30 di esercizio effettivo.”

 

Nell’area PREVIDENZA è pubblicato il Regolamento aggiornato con le modifiche approvate.