L’articolo 13 del Decreto Legge 14 agosto 2020 n. 104, pubblicato sulla G.U. del 14 agosto 2020, ha disposto che agli iscritti alle Casse di previdenza dei liberi professionisti già beneficiari per i mesi di marzo ed aprile 2020 dell’indennità di cui al decreto interministeriale del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del  Ministro dell’economia e delle finanze, del 29 maggio 2020, attuativo dell’art.44, comma 2, del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18 (“Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, danneggiati dal virus COVID-19”), la medesima indennità sia erogata in via automatica anche per il mese di maggio 2020 e che, per tale mese, la stessa sia elevata a 1.000 euro.

Pertanto, tutti i Notai che hanno già ottenuto dalla Cassa Nazionale del Notariato l’indennità per i mesi di marzo ed aprile 2020 percepiranno l’indennità anche per il mese di maggio 2020 senza dover presentare una nuova domanda.

La norma prevede, inoltre che i soggetti che siano in possesso dei requisiti dettati dal predetto decreto interministeriale del 29 maggio 2020 e non abbiano già beneficiato dell’indennità per i mesi di marzo ed aprile 2020 potranno comunque richiederla per il mese di maggio 2020, ove abbiano cessato l’attività professionale tra il 23 febbraio 2020 e il 31 maggio 2020.
Gli iscritti cessati dall’attività nel suddetto periodo ed in possesso di tali requisiti, ove non abbiano ottenuto dalla Cassa Nazionale del Notariato l’indennità in questione, potranno inviare il modulo di domanda per il mese di maggio 2020, compilato e firmato in modalità esclusivamente digitale, via PEC al seguente indirizzo di posta elettronica: bonuscovid19@cassanotariato.it entro il termine perentorio del 14 settembre 2020.

All’istanza deve essere necessariamente allegata copia del documento d’identità in corso di validità e del codice fiscale nonché copia delle coordinate bancarie o postali ove accreditare l’importo relativo al beneficio.

Sarà cura della Cassa erogare l’indennità secondo l’ordine cronologico delle domande presentate e accolte sulla base del procedimento di verifica della sussistenza dei requisiti dell’ammissione al beneficio.

Ai sensi dell’art. 3 comma 6 del Decreto Interministeriale del 29 maggio 2020 sono considerate inammissibili le istanze con dichiarazioni incomplete o presentate dopo il termine perentorio.

L’Ufficio Previdenza e Assistenza è a disposizione per fornire ulteriori informazioni e chiarimenti sull’argomento attraverso il canale informatico all’indirizzo di posta elettronica: previdenza.assistenza@cassanotariato.it

Download del Modulo di domanda