Indennità di cessazione e relativo metodo di calcolo

 Il trattamento di quiescenza per il Notaio è costituito dalla pensione e dall’indennità di cessazione.

L’art. 26 del Regolamento di Previdenza e Assistenza della Cassa stabilisce che “l’indennità di cessazione viene corrisposta una volta sola nella misura di un dodicesimo, per ogni anno di esercizio effettivo, della media nazionale degli onorari repertoriali percepiti dai Notai in esercizio nei venti anni antecedenti a quello della cessazione”. 

Per la definizione della media in questione non si tiene conto della quota di onorari dovuti alla Cassa ed al Consiglio Nazionale del Notariato. 

Il valore del “dodicesimo” della media ventennale repertoriale costituisce, quindi, il parametro economico di riferimento che, moltiplicato per il numero degli anni di esercizio effettivo, consente di definire l’importo dell’indennità di cessazione lorda spettante.

Per un calcolo puntuale della Sua indennità di cessazione La invitiamo a rivolgersi agli Uffici della Cassa inviando apposita mail all’indirizzo Previdenza.Assistenza@cassanotariato.it